Articoli

FOCUS | Honda CRF450 RX S2 Motorsport

Testo: Rodolfo Maraldi | Foto: Press S2 Motorsport

Ora hai una struttura tua e ti sei rimesso in gioco in sella alla Honda CRF 450 RX. Raccontaci di questa moto, del tuo accordo con RedMoto e del nuovo Team.

Perdere un mondiale per responsabilità di altri non fu cosa facile da accettare così dopo l’esperienza del 2018 presi la decisione di avviare un progetto tutto mio. Perdere o vincere non sarebbe più stata responsabilità di altri ma solo mia. Fortuna vuole che mi contattò Egidio Motta, patron di RedMoto e mi propose di tornare in Honda. Trovammo subito un accordo soddisfacente per entrambi ma con la particolarità che la struttura doveva essere da me gestita. Così nacque la S2 Motorsports: inizialmente mi aiutarono ad organizzare il tutto i fratelli Sembenini e poi pian piano presi in mano tutta la gestione.

C’era tutto da fare ed eravamo in grande ritardo ma se mi avessero detto allora che mi sarei giocato il mondiale no all’ultima prova non ci avrei creduto. Tutti sappiamo come è andata, ho perso il mondiale 2019 all’ultima Speciale ma è stata comunque una bella avventura e una bella soddisfazione. Chiaramente non ho fatto tutto da solo, ho avuto la fortuna di poter lavorare a stretto contatto con veri professionisti. Per quest’anno ho voluto allargare le mie vedute mettendomi in società con Marco Valentini che è il Direttore tecnico del Team S2 (colui che ha progettato la nuova frizione idraulica per le CRF RX di cui vi parlerò) e mio zio Luca Vanti nelle vesti di Team Manager… leggi tutto l’articolo su Endurista Magazine 64 in edicola, o acquistalo direttamente online CLICCANDO QUI! 

INTERVIEW | Alex Salvini lo Stallone Italiano

Testo: Rodolfo Maraldi
Foto: Press S2 Motorsport

Così è soprannominato Alex Salvini nel mondo dell’enduro, un po’ per la sua prestanza sica e un po’ perché combattivo e tenace proprio come il celebre pugile impersonato dall’attore Silvester Stallone.  Proprio come Rocky, Alex di vittorie in ogni disciplina ne ha collezionate davvero tante s orando anche diversi mondiali tra il motocross e l’enduro.
Lo abbiamo intervistato per conoscerlo un po’ meglio e per farci raccontare del suo nuovo progetto, il Team S2 Motorsport.

Ciao Alex, era un po’ di tempo che non ci si incontrava su queste pagine, l’ultima volta fu nel il 2017 ed eri in sella ad una Beta 4T.  Da allora di cose ne sono successe tante e sappiamo che c’è anche una bella novità nell’aria da qualche mese, un Salvini Junior! La domanda nasce spontanea, è vero che con la nascita di un figlio hai preso tre secondi al giro? Si dice così no?

Ah ah (ride), francamente non te lo so dire perché ancora non siamo andati in gara, spero proprio di no. Avere un figlio è un’esperienza incredibile, un bell’impegno ma anche una grande gioia.

Come hai vissuto questo periodo di quarantena?

Le prime due settimane ho spento il cervello ed ho pensato solo a riposarmi e a godermi la famiglia avendo intuito che difficilmente sarei tornato a gareggiare prima di giugno. Ovviamente poi sono tornato ad allenarmi, per quello che si può fare in casa chiaramente. Per mia fortuna ho sempre investito molto nella preparazione atletica costruendomi anche una palestra personale a casa dove sostanzialmente non mi manca nulla.
Diciamo che ho fatto una preparazione più di tipo invernale perché solitamente nel periodo pre-campionato ci si allena molto in sella alla moto.

 

Dall’inizio della tua carriera (eri poco più di un bambino), hai cambiato numerosi marchi di moto e cilindrate. Quale ti è rimasta di più nel cuore successi a parte?

Nonostante le tante esperienze e vincendo campionati con tutte le moto, non c’è una cilindrata preferita a cui mi sono affezionato. Se devo però pensare ad associarmi ad un marchio, quello che per primo mi viene in mente è Honda. Ho passato cinque anni in Suzuki, cinque con Husqvarna, cinque con Honda, due con Yamaha, due con Beta e con ogni moto ho bellissimi ricordi e collezionato grandi soddisfazioni. Diciamo però che con Honda ho debuttato nel motocross con la 125 da ragazzo e ci ho vinto un mondiale nell’enduro nel 2013 per cui direi che Alex Salvini è Honda e 4 tempi… leggi tutta l’intervista su Endurista Magazine 64 in edicola o acquista la tua copia cliccando QUESTO LINK e te la spediremo a casa.

Intervista doppia in casa Beta: Holcombe vs Salvini

Alex Salvini Campione Italiano E2!

Sabato 9 e domenica 10 settembre si sono corsi gli ultimi due round degli Assoluti d’Italia di Enduro a Trichiana, paesino montano nel bellunese.
A difendere i colori del Team Beta Factory Enduro è stato il nostro pilota bolognese Alex Salvini che è arrivato in Veneto pronto a dare battaglia per conquistare il titolo dell’Assoluta e per riconfermarsi campione italiano nella classe E2.Alex-Salvini-1-1
Nella giornata di sabato Alex Salvini ha dato il massimo per riuscire a rosicchiare qualche punto al suo diretto avversario, Christophe Charlier, e così è stato. A fine giornata il pilota bolognese ha conquistato il secondo posto assoluto mentre il suo avversario è giunto terzo.
Dalla serata di sabato forti temporali e piogge si sono abbattuti sul piccolo paesino di Trichiana e gli organizzatori hanno deciso di conseguenza di annullare il primo ed il terzo passaggio dell’Extreme Test e di accorciare di un giro la gara, portandola quindi a tre.
Alex Salvini ha assaporato il successo per l’intera giornata ma proprio all’ultima speciale ha commesso un errore registrando un tempo troppo alto. Il risultato finale è stato quindi di un sesto posto e la conquista del Titolo di Vicecampione Assoluto.

Il Team Beta Factory Enduro ed Alex Salvini festeggiano comunque il Titolo Italiano nella classe E2, il secondo consecutivo in sella alla moto italiana. Il bolognese, con un totale di 166 punti e ben 13 di distanza dal secondo classificato, si aggiudica il suo quinto titolo tricolore.

Due Titoli di Vicecampione Italiano anche per il Team Beta Boano con Deny Philippaerts 2° nella Enduro 3 e Matteo Cavallo 2° nella Enduro Junior.
Archiviati gli Assoluti ora il Team Beta Factory Enduro si prepara per l’appuntamento mondiale in Inghilterra che si svolgerà il 23 e 24 settembre.

ALEX SALVINI
“Un weekend positivo perché ho vinto il mio quinto titolo nella E2 ed il secondo in sella alla Beta ma sono rammaricato per il secondo posto ottenuto nell’Assoluta perché, fino alla penultima speciale, ero ad un passo dalla vittoria ma ho commesso un errore nell’ultimo Enduro Test che è risultato fatale”.

Intervista ad Alex Salvini

_CM_0336-34Ciao Alex, parlaci un po’ di te.
Chi è Alex Salvini?
Alex Salvini è un ragazzo di 31 anni, bolognese doc, pilota professionista, anche se in verità la mia è una passione-hobby che, poi, con il tempo, si è trasfor- mata anche nel mio lavoro. Per me essere pilota professionista è la realizzazione di un sogno che viene da lontano, da quando ero bambino e da questo punto di vista, credo di essere stato uno dei pochi fortunati a poterlo realizzare di fatto.

Essere pilota professionista è la realizzazione di un sogno che viene da lontano, da quando ero bambino.
Credo di essere uno dei pochi fortunati a poterlo realizzare di fatto.

Hai coronato il tuo sogno di diventare un campione di Enduro. Ma all’inizio hai cominciato con il cross?
È vero, vengo dal motocross, anche se con l’enduro ci sono nato: nella mia zona tutti praticavano enduro, anche il mio stesso zio. Invece io ero la pecora nera, insieme all’amico Massimo Biancon- cini, entrambi con una grande passione per il motocross… (segue l’intervista sulla rivista).

_CM_3856-437

Steve Holcombe sale sul podio in Finlandia

Il Mondiale di Enduro ha aperto i cancelli con il GP di Finlandia, su una classica nordica alquanto inconsueta che ha origini negli Anni Venti.
Nel Day One i nostri due piloti e tutto il Team Beta Factory Enduro hanno percorso circa 400 km ed effettuato 15 prove speciali attorno al lago di Paijanne. Nella giornata di gara seguente i km effettuati sono stati 200 e 11 le prove speciali svolte, mentre l’arrivo è stato ubicato nella zona di Helsinki Vantaa.
Nonostante la difficoltà e l’atipicità della prova finlandese il nostro Steve Holcombe ha corso una gara incredibile tra gli specialisti della neve. Nel Day One ha lottato con il campione in carica della Enduro GP ed ha terminato al quinto posto mentre, nella giornata seguente, si è rifatto andando a conquistare caparbiamente il secondo posto nella classe Enduro GP.
Si è difeso bene anche il nostro pilota bolognese: sul ghiaccio Alex Salvini ha avuto qualche difficoltà nel Day One terminando in dodicesima posizione. Nella giornata di domenica Alex è partito con la determinazione e la voglia di riscattarsi, ma alcune cadute ed un piccolo problema meccanico nella prova più lunga della giornata – circa 35 minuti – lo hanno rallentato.

STEVE HOLCOMBE
“Sono partito lento nelle prime prove speciali del Day One ma poi sono riuscito a instaurare un buon ritmo di gara, purtroppo sono caduto nella prova speciale numero dieci ed ho perso diverso tempo. Molto meglio la giornata di domenica quando il ghiaccio e la neve del lago di Paijanne si sono trasformati in fango nella vicinanze di Helsinki. In definitiva sono felice di questo inizio di stagione.”

Steve Holcombe

Steve Holcombe

ALEX SALVINI
“Nel Day One l’inizio di gara è stato difficile e non riuscivo a trovare il giusto feeling mentre la seconda metà di gara è andata decisamente meglio ma non sono riuscito a recuperare quanto sperato. Nella giornata di domenica ero partito subito bene ed occupavo una buona posizione ma ho perso del tempo prezioso in seguito ad una caduta e ad un problema al freno posteriore all’inizio della speciale più lunga della giornata.”

_CM_7299-152-1
© Copyright - Sette srl - Via G. Bruno, 51 - 47921 Rimini | P.I.: 02188270512 - Num. Iscriz. 1678-Arezzo - Cap. Soc. € 35.000 i.v. - Tribunale di Rimini n.8 del 24/12/2016