Articoli

TEST ENDURO | “VeRace” la Beta RR300 Racing 2021

Testo: Thomas Marini | Foto: Rodolfo Maraldi

Per chi ama la suspense ed i colpi di scena, l’ultima tappa in Portogallo del Campionato Mondiale FIM Borilli EnduroGP 2020 è stato un vero toccasana. Un finale al cardiopalma quello tenutosi nel paesino di Marco de Canaveses lo scorso novembre, con i piloti Beta Motor impegnati in una s da senza esclusione di colpi. Assoluti protagonisti, i due inglesi hanno tenuto gli appassionati col ato sospeso no all’ultima Speciale. Parliamo degli assi Steve Holcombe in categoria E2 su Beta RR 350 ed il campione del mondo EnduroGP 2019 Brad Freeman in categoria E3 su Beta RR 300 2T che già il sabato si sono aggiudicati la giornata di gara ed i titoli delle rispettive categorie.

 

Freeman svetta nella calsse E3 Holcombe in E2 e Enduro GP, la casa italiana conferma la sua supremazia nel mondo enduro

Nella giornata del sabato i due piloti hanno lottato tra loro no all’ultima curva contendendosi il podio più ambito, quello della classe regina del mondiale EnduroGP 2020. Steve era in vantaggio di soli quattro punti sul suo diretto avversario ma a colpi di giri veloci e con tempi stratosferici, Brad ha ridotto notevolmente il distacco superando il connazionale all’ultima Speciale. Nella giornata di domenica la lotta è continuata sotto una pioggia incessante che ha reso il tracciato ancora più impegnativo.

 

 

Tutto sembrava andare per il verso giusto per Brad, grazie anche a Josep Garcia su KTM che si è intromesso nella lotta tra i due britannici. Holcombe invece ha commesso molti errori, sembrava che la vittoria del mondiale gli scivolasse pian piano dalle dita, il tutto a vantaggio del compagno di scuderia. Freeman partito a fuoco è rimasto al comando per buona parte della giornata ma come si dice, nell’enduro la gara è finita quando moto e pilota tagliano il traguardo.

 

E così è stato, quando i giochi sembravano fatti, all’ultima Prova Speciale della stagione la Beta due tempi di Brad si è fermata per aver esaurito il carburante. Freeman perde così 1 minuto e 20 secondi nell’ultimo Enduro Test della stagione dal vincitore Danny McCanney (GB – Honda) avvantaggiando lo spagnolo Garcia (che ha ottenuto così la sua seconda vittoria dell’anno) ma ancora di più Holcombe che, nonostante avesse perso ogni speranza di vincere il titolo mondiale, improvvisamente si è trovato incoronato Campione del mondo EnduroGP 2020… leggi tutto l’articolo su Endurista Magazine 68 in edicola o acquista la tuo copia CLICCANDO QUI!

RACE | Assoluti d’Italia di Enduro a Darfo Boario

Questo weekend si è svolto a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia il doppio appuntamento degli Assoluti d’Italia di Enduro dove gli alfieri del Team Beta Factory Enduro hanno monopolizzato la gara del massimo campionato italiano. Il Motoclub Sebino ha disegnato una gara eccellente, ma a causa del maltempo la prova speciale Estrema è stata cancellata in entrambe le giornate di gara, ed anche nel Cross Test 1 e 2 sono state tagliate diverse parti delle due prove speciali.

 

Brad Freeman è stato il mattatore del weekend di Darfo Boario Terme. Il pilota inglese si è aggiudicato in entrambe le giornate di gara il primo posto nella classe Stranieri e nell’Assoluta registrando, nel Day One, il miglior tempo assoluto in cinque delle undici prove speciali commettendo un solo errore nel primo Cross Test. Nella giornata seguente il pilota ufficiale Beta ha siglato la doppietta, risalendo di alcune posizioni nella classifica provvisoria dell’Assoluta.

Steve Holcombe ha corso una gara senza prendere troppi rischi, ma ha incrementato il feeling con la nuova Beta RR 350 4T. Il pilota ufficiale Beta ha colto un secondo posto nel Day One nella classe Assoluta e Stranieri mentre nella giornata di domenica si è accontentato del terzo posto assoluto e secondo nella classe Stranieri. Nella classifica provvisoria Steve Holcombe è ancora il leader dell’Assoluta e a Arma di Taggia, a fine ottobre, si disputerà l’atto finale.

Il prossimo appuntamento previsto è fissato per sabato 31 ottobre e domenica primo novembre con l’ultimo doppio round degli Assoluti d’Italia di Enduro.

BRAD FREEMAN

“Un weekend perfetto sia per il risultato ottenuto sia per il feeling con la moto. Ora dobbiamo concentrarci per il rush finale ad Arma di Taggia a fine ottobre in cui si scriverà la parola fine degli Assoluti mentre il doppio GP portoghese chiuderà il capitolo mondiale”.


STEVE HOLCOMBE

“A Darfo Boario Terme ho corso una buona gara. Sabato abbiamo corso sotto un costante diluvio e la mia RR 350 4T è stata assolutamente perfetta. Domenica invece il terreno era molto scivoloso e non ho voluto rischiare. Arriviamo a Arma di Taggia da leader dell’Assoluta”.

 

SABATO:
1. FREEMAN (BETA 300 2T) in 35’50.37;
2. HOLCOMBE (BETA 350 4T) a 41.11;
3. WOOTTON (HUSQVARNA 450 4T) a 46.26;
4. OLDRATI (HONDA 250 4T) a 58.74;
5. CAVALLO (SHERCO 300 4T) a 1’18.46;
6. VERONA (TM 250 4T) a 1’21.83;
7. MCCANNEY (HONDA 450 4T) a 1’23.50;
8. SALVINI (HONDA 450 4T) a 1’31.88;
9. LETTENBICHLER (KTM 350 4T) a 1’46.82;
10. MACORITTO (BETA 250 2T)

 

DOMENICA:
1. FREEMAN (BETA 300 2T) in 36’51.61;
2. VERONA (TM 250 4T) a 24.07;
3. HOLCOMBE (BETA 350 4T) a 32.27;
4. WOOTTON (HUSQVARNA 450 4T) a 33.81;
5. OLDRATI (HONDA 250 4T) a 44.18;
6. MCCANNEY (HONDA 450 4T) a 1’03.26;
7. CAVALLO (SHERCO 300 4T) a 1’07.40;
8. SALVINI (HONDA 450 4T) a 1’30.16;
9. LETTENBICHLER (KTM 350 4T) a 1’30.39;
10. MACORITTO (BETA 250 2T) a 1’41.95;

Holcombe e Freeman vincono il GP Italia, dominio BETA

Lo scorso fine settimana, sabato 26 e domenica 27 settembre 2020, si è corso il secondo atto del Campionato Mondiale FIM Enduro GP e il Motoclub Spoleto ha ospitato il GP d’Italia.

I due alfieri BETA nonchè campioni in carica, Brad Freeman e Steve Holcombe anche in Italia, come al GP di Francia, hanno dato spettacolo e hanno meravigliato con il loro talento il numeroso pubblico accorso a Spoleto.

Nella giornata di sabato Brad Freeman è partito subito forte monopolizzando le prime prove speciali e registrando il miglior tempo nelle prime cinque. Nella seconda fase della gara il pilota inglese in sella alla Beta RR 300 2T ha amministrato saggiamente il vantaggio aggiudicandosi la prima giornata di gara della EnduroGP e ovviamente della classe E3.
Al contrario, Steve Holcombe è partito un po’ in sordina e con il passare delle speciali il pilota in sella alla Beta RR 350 4T ha cominciato a risalire. Speciale dopo speciale il pilota britannico ha scalato la classifica andando a terminare il Day One subito alle spalle del suo compagno di squadra Brad Freeman.
Nella classe E2 invece Steve Holcombe è riuscito a vincere la terza gara consecutiva, distanziando il suo rivale di oltre 26 secondi.

Nella seconda giornata di gara i due piloti del Team Beta Factory hanno meravigliato il pubblico presente dando vita ad una battaglia entusiasmante. Steve Holcombe è partito subito forte registrando il miglior tempo nell’Enduro Test. Brad Freeman invece ha risposto subito nell’Estrema e nel Cross Test con due ottimi tempi. I due piloti inglesi hanno messo in gioco tutte le loro qualità e doti tecniche nelle tre prove speciali rese impraticabili delle piogge che si sono abbattute per tutto l’arco della seconda giornata di gara.
Al termine della giornata di gara, Steve Holcombe e Brad Freeman hanno registrato il miglior tempo in tutte e nove le prove speciali, Steve Holcombe ha vinto la EnduroGP e la quarta giornata consecutiva nella E2 mentre Brad Freeman ha ottenuto il secondo posto nella EnduroGP e un primo posto di classe.

Il prossimo appuntamento è per sabato 3 e domenica 4 ottobre a Darfo Boario Terme dove si svolgerà la doppia prova degli Assoluti d’Italia di Enduro.

BRAD FREEMAN
“Sabato è stata una giornata perfetta, ho spinto forte fin dalle prime prove speciali e dopo aver distanziato i miei avversari ho amministrato e vinto entrambe le classi. Oggi invece non sono riuscito ad essere incisivo come ieri, voglio fare i complimenti a Steve Holcombe perché oggi lui è stato più forte di me”.

STEVE HOLCOMBE
“Sabato non è andata come speravo, non sono partito forte e dopo molte incertezze ho cambiato l’approccio nell’affrontare le prove speciali e sono riuscito a risalire in classifica. Domenica invece è andata decisamente meglio, è stata una bella battaglia con il mio compagno di squadra. Al termine della giornata sono riuscito a vincere e sono molto felice di questo risultato”.

MOVIE – Steve Holcombe Enduro GP Spain

Intervista doppia in casa Beta: Holcombe vs Salvini

Holcombe e Beta Campioni del Mondo!

Zschopau, una piccola cittadina tedesca a pochi chilometri da Lipsia, ha ospitato l’ultimo round della stagione Enduro targata 2017 ed ha _M3_1812-699 (1)regalato il doppio, anzi triplo, Titolo Mondiale alla Casa toscana.
Il leader della classifica generale della EnduroGp – Steve Holcombe – si è presentato in Germania con la necessità di conquistare 10 punti per portare a casa la vittoria del Campionato.
Al termine delle due gare, con una fantastica doppietta ed il bottino pieno – 50 punti – Steve Holcombe si è laureato Campione del Mondo Piloti EnduroGp e Beta, come già lo scorso anno, ha conquistato il Titolo di Campioni del Mondo Costruttori EnduroGp.
I due Titoli arrivano al culmine di una stagione spettacolare per l’inglese del Team Beta Factory: 11 podi – di cui 6 vittorie – su 16 gare.
La prova di forza messa in campo già dal primo giorno di gara, con ben cinque migliori tempi nelle nove prove speciali disputate, gli ha permesso di conquistare anche il premio dedicato a Mika Ahola “Brave One”.
Con il Day 2, oltre alla matematica certezza della conquista del Titolo Costruttori EnduroGp, è arrivata per Beta anche la terza consacrazione _CM_1831-350grazie alla conquista del Titolo di Campione del Mondo Junior da parte di Brad Freeman. Il pilota del Team Beta Boano Racing ha infatti completato la sua rimonta su Davide Soreca grazie alla doppietta in terra tedesca ed alle 10 vittorie sulle 14 gare disputate.
La stagione si conclude quindi come una delle più vittoriose per la grande famiglia Beta.
Weekend amaro invece per Alex Salvini che, dopo un buon avvio nella giornata inaugurale in cui occupava la quinta posizione, si è dovuto ritirare per un problema fisico alla spalla.

STEVE HOLCOMBE
“Sono felicissimo del Titolo conquistato. Questa è stata una stagione incredibile ed entusiasmante ed il Mondiale conquistato con questa doppietta ha un sapore migliore”.

ALEX SALVINI
“Ero venuto qui in Germania con l’idea di fare un’ottima gara e torno a casa con un altro infortunio. Stagione da dimenticare e da archiviare al più presto”.

Steve Holcombe spettacolare in Gran Bretagna

_CM_8070-83.094442

Alex Salvini

l Mondiale di Enduro, dopo un lungo stop estivo, è ritornato ad essere protagonista e lo scorso fine settimana nel circuito internazionale di Hawkstone Park si è disputato il penultimo round della stagione targata 2017.
Durante il weekend un numeroso pubblico ha assistito a due tipologie diverse di gara: nella giornata di sabato i piloti si sono sfidati in una competizione in stile Enduro Sprint con ben dodici prove speciali in palio suddivise equamente tra Enduro Test e Cross Test. Nella giornata di domenica invece la gara si è svolta in stile GNCC e gli organizzatori hanno pensato ad un tempo di tre ore consecutive prima della bandiera a scacchi.

Al sabato il nostro Steve Holcombe è stato un vero e proprio mattatore: nella prima serie di Enduro Test Steve ha sempre registrato il miglior tempo, mentre nel Cross Test è sempre stato tra i più veloci. Il pilota inglese è salito così sul gradino più alto del podio.
Nel Day 2 Steve è partito al comando, distanziando fin da subito tutti i piloti della Enduro GP schierati con lui dietro il cancello di partenza. A circa metà gara un problema alla ruota posteriore è stato prontamente risolto dai meccanici del Team Beta Factory e, una volta ripartito, Steve ha meravigliato ed entusiasmato il pubblico presente con una rimonta incredibile terminata con un ottimo quinto posto. Il pilota inglese resta ancora saldamente al comando della classifica provvisoria della Enduro GP conservando la tabella oro del leader.

Il weekend di Alex Salvini è stato invece alquanto sfortunato, nel Day One il pilota bolognese è stato vittima di una caduta

Alex Salvini

Steve Holcombe

mentre nella giornata seguente si è dovuto arrendere per un problema tecnico.
Grande soddisfazione anche per Brad Freeman del Team Beta Boano che ha conquistato la vittoria sia al sabato che alla domenica portandosi solo a 4 lunghezze dalla vetta della classifica Enduro Junior. Molto bene anche Matteo Cavallo 3° nel Day 1 sempre nella Enduro Junior.
Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 21 ottobre e domenica 22 ottobre in Germania dove si svolgerà l’ultimo atto di questo lungo Mondiale di Enduro.

STEVE HOLCOMBE
“Sono felice per la vittoria ottenuta ieri davanti al mio pubblico, correre nel GP di casa è sempre una forte emozione. Oggi invece non è andata come previsto ma sono felice della rimonta che ho fatto e del holeshot”.

ALEX SALVINI
“Ieri sono caduto nel Cross Test e ho perso diversi secondi mentre oggi mi sono ritirato per un guasto elettrico. Questa formula di gara a me personalmente è piaciuta molto e grazie ad essa abbiamo visto molto pubblico presente”.

Steve Holcombe sale sul podio in Finlandia

Il Mondiale di Enduro ha aperto i cancelli con il GP di Finlandia, su una classica nordica alquanto inconsueta che ha origini negli Anni Venti.
Nel Day One i nostri due piloti e tutto il Team Beta Factory Enduro hanno percorso circa 400 km ed effettuato 15 prove speciali attorno al lago di Paijanne. Nella giornata di gara seguente i km effettuati sono stati 200 e 11 le prove speciali svolte, mentre l’arrivo è stato ubicato nella zona di Helsinki Vantaa.
Nonostante la difficoltà e l’atipicità della prova finlandese il nostro Steve Holcombe ha corso una gara incredibile tra gli specialisti della neve. Nel Day One ha lottato con il campione in carica della Enduro GP ed ha terminato al quinto posto mentre, nella giornata seguente, si è rifatto andando a conquistare caparbiamente il secondo posto nella classe Enduro GP.
Si è difeso bene anche il nostro pilota bolognese: sul ghiaccio Alex Salvini ha avuto qualche difficoltà nel Day One terminando in dodicesima posizione. Nella giornata di domenica Alex è partito con la determinazione e la voglia di riscattarsi, ma alcune cadute ed un piccolo problema meccanico nella prova più lunga della giornata – circa 35 minuti – lo hanno rallentato.

STEVE HOLCOMBE
“Sono partito lento nelle prime prove speciali del Day One ma poi sono riuscito a instaurare un buon ritmo di gara, purtroppo sono caduto nella prova speciale numero dieci ed ho perso diverso tempo. Molto meglio la giornata di domenica quando il ghiaccio e la neve del lago di Paijanne si sono trasformati in fango nella vicinanze di Helsinki. In definitiva sono felice di questo inizio di stagione.”

Steve Holcombe

Steve Holcombe

ALEX SALVINI
“Nel Day One l’inizio di gara è stato difficile e non riuscivo a trovare il giusto feeling mentre la seconda metà di gara è andata decisamente meglio ma non sono riuscito a recuperare quanto sperato. Nella giornata di domenica ero partito subito bene ed occupavo una buona posizione ma ho perso del tempo prezioso in seguito ad una caduta e ad un problema al freno posteriore all’inizio della speciale più lunga della giornata.”

_CM_7299-152-1

Steve Holcombe “Professional Enduro Rider, for Beta Factory Racing”

Ciao Steve, ci racconti qualcosa di te?

Ho 20 anni e vengo da south Molton devon, inghilterra.Ho iniziato a correre nel motocross quando avevo 6 anni grazie a mio padre (che mi ha fatto avvicinare a questo sport) sino ai 12 anni quando sono passato all’enduro. A 14 anni ho capito che proprio questa era la strada giusta da percorrere.

Cosa ti ha fatto passare dal cross all’enduro?

Principalmente mi ha convinto mio fratello maggiore, che oggi non corre più, ma allora si dedicava all’enduro e vederlo girare mi ha fatto nascere il desiderio di passare a questa categoria. del resto in inghilterra, dopo che hai praticato per anni il cross, diventa davvero dif cile ottenere anche delle soddisfazioni economiche paragonabili a quelle dell’enduro… (scopri tutta l’intervista sulla rivista in edicola).

© Copyright - Sette srl - Via G. Bruno, 51 - 47921 Rimini | P.I.: 02188270512 - Num. Iscriz. 1678-Arezzo - Cap. Soc. € 35.000 i.v. - Tribunale di Rimini n.8 del 24/12/2016