Articoli

PREVIEW ENDURO | GASGAS 2021 GET ON THE GAS!

Testo: Angelo Gambino | Foto: GasGas Press

Lo storico marchio spagnolo torna sul mercato con un nuovo capitolo della sua lunga storia ed un obiettivo ben preciso: dare la possibilità ad ogni appassionato motociclista di avvicinarsi al fuoristrada divertendosi.

“Get on the gas”

Letteralmente “prendi il gas”, è lo slogan scelto per rappresentare il brand e racchiude un gioco di parole che colpisce subito al centro. Una sorta di invito a far parte della famiglia GasGas e allo stesso tempo un’esortazione a ruotare la manopola dell’acceleratore. Lanciate a settembre con una futuristica presentazione digitale, le nuove rosse di Mattighofen hanno scaldato sin da subito la platea degli appassionati di off-road con una gamma di motociclette molto ricca.

 

 

Prosegue con vigore la tradizione di GasGas nel trial, quattro nuovi modelli nella versione Racing ed altrettanti in versione GP pronto gara. Riflettori accesi anche sulla gamma enduro con le nuove EC 250 e 300 due tempi e le EC 250 e 350 F quattro tempi.

Novità da segnalare è l’ingresso del marchio spagnolo nel mondo del motocross con ben sette modelli.

Il nuovo capitolo legato a GasGas è stato motivo di discussione per quasi un anno, ovvero dal momento in cui il gruppo Pierer Mobility AG, proprietario di KTM, ha rilevato da Black Toro Capital, il fondo di investimento proprietario del marchio spagnolo, il 60% delle quote. Abbiamo atteso quasi un anno per scoprire in che modo sarebbe iniziato il rilancio di un marchio che ha avuto un ruolo importante nel mondo dell’off-road mondiale, con sette titoli di campione del mondo trial più i tre titoli conquistati nel trial elettrico.

 

 

E allora eccoci in Austria per la presentazione alla stampa dei nuovi modelli GasGas enduro e trial 2021… leggi tutta la preview su Endurista Magazine 67 in edicola oppure acquista la tua copia online CLICCANDO QUI!

NEWS | Nuove GasGas 2021

GASGAS Gamma 2T my2021

La EC 250 è la nostra moto a 2 tempi di peso medio: perfezionata e semplificata, è realizzata con tecnologia all’avanguardia e facile da guidare, anche in gara. Una moto nata per essere spinta ai limiti: anche immersa nel fango esprime una potenza omogenea e decisa. Estremamente affidabile, grazie alla collaudata tecnologia dell’iniezione elettronica, richiede una manutenzione minima. Agile, di peso medio, non necessita di premiscela: è una moto nata per i sentieri selvaggi.

Per decenni il 2 tempi da 250 cm³ è stato il prediletto dei piloti enduro amatoriali e professionisti di tutto il mondo, dato che offre la migliore combinazione di potenza imbattibile e costruzione leggera. La EC 250 a 6 marce offre prestazioni del motore incredibili, semplicità e costi di manutenzione ridotti grazie a un avanzato sistema di iniezione elettronica, a una scatola del cambio specifica per l’enduro e a una valvola parzializzatrice con controllo dello scarico TVC (Twin Valve Control). Oltre a ridurre i consumi di carburante e le emissioni, le nostre esploratrici dei boschi da 250 cm³ offrono costantemente una potenza omogenea e pulita.

Prezzo di base: 9.240,00 EUR*

 

 

 

GASGAS EC 300: una moto per grandi piloti! Una moto per qualsiasi sentiero offroad: moderna e robusta, si esprime con leggerezza sulle piste sterrate più tortuose. Progettata per il massimo divertimento, questa moto a 2 tempi è realizzata con tecnologia all’avanguardia per offrire semplicità d’uso e una potenza omogenea e vigorosa. Non necessita di premiscela, i costi di manutenzione e i consumi sono ridotti ed è incredibilmente maneggevole.Tutti i telai da enduro GASGAS sono realizzati usando acciaio leggero al cromo-molibdeno tagliato al laser, che viene saldato con robot per una precisione e una resistenza totali! Integrando una flessibilità appositamente calcolata in tutti i telai dei modelli a 2 e a 4 tempi, garantiamo ai piloti una fiducia totale anche nelle condizioni più dure e insidiose. Insieme alla collaudata geometria, i nostri telai assicurano una piacevole maneggevolezza e la massima stabilità. Infine, li rifiniamo con una resistente verniciatura a polvere rossa.

Come avere un’équipe di scienziati e di analisti dati che lavorano per te! Costantemente impegnata a misurare, calcolare, ottimizzare e regolare, il nostro moderno sistema di gestione del motore (EMS) rende davvero semplice guidare e competere con la EC 300. Inoltre, elimina la necessità di apportare poco pratiche e lunghe modifiche alla carburazione. Con una centralina elettronica (ECU) aggiornata con le più recenti mappature digitali per prestazioni ed erogazione di potenza potenziate, controlla i tempi di accensione e la quantità di carburante da immettere, utilizzando i dati rilevati da diversi sensori, come la pressione di aspirazione, la posizione del corpo farfallato e la temperatura del liquido di raffreddamento.

Prezzo di base: 9.600,00 EUR*

 


 

GASGAS Gamma 4T my2021

 

E la prova che talvolta nella vita le cose migliori sono anche le più piccole! La EC 250F con sistema del motorino d’avviamento elettrico offre prestazioni e divertimento inimmaginabili per un motore da 250 cm3 compatto. Pensata per i piloti di tutte le età e capacità, è estremamente maneggevole e facile da guidare, grazie al peso ridotto e all’ammortizzatore WP. Il potente motore da un quarto di litro assicura un gran divertimento offroad.Il nostro motore da 250 cm³ è progettato per essere leggero, compatto e straordinariamente potente. La vivace unità di propulsione da 250 cm³ con sistema del motorino d’avviamento elettrico è incredibilmente facile da gestire, ma anche molto capace. Progettato per incrementare la maneggevolezza e offrire le migliori prestazioni della categoria, è un 4 tempi piccolo ma potente.

Dotiamo tutte le nostre moto da enduro di impianti frenanti Braktec, che offrono una potenza frenante di livello superiore, assicurando così controllo e fiducia ai piloti. Con un’azione fluida e sensibile, il freno anteriore presenta un pistoncino da 11 mm all’interno della pompa del freno e 2 pistoncini da 25 mm nella pinza, insieme a un disco del freno ondulato da 260 mm. Il freno posteriore è dotato di un pistoncino da 12,7 mm nella pompa del freno, di una pinza con 1 pistoncino da 25 mm e di un disco del freno da 220 mm. In grado di mantenere il peso al minimo e di garantire una totale sicurezza, i freni Braktec assicurano una notevole potenza frenante!

Il cervello della nostra linea EC! Sempre al lavoro dietro le quinte affinché le moto da enduro GASGAS ad alte prestazioni funzionino a dovere, sulle nostre 4 tempi è il sistema Keihin EMS a controllare tutto ciò che ha a che fare con il sistema di iniezione elettronica, senza contare che dispone di un sensore di rapporto che adatta l’erogazione di potenza a ogni marcia.

Prezzo di base: 9.700,00 EUR*

Il motore DOHC da 350 cm³ un’architettura molto simile a quella del motore della EC 250F, ma offre un notevole aumento di potenza e coppia. In più, dona alla EC 350F la sua leggerezza e un rapporto peso-potenza degno di una 450. Il motore, con una struttura compatta e leggera, ferma l’ago della bilancia ad appena 28 kg! Il cervello della nostra linea EC! Sempre al lavoro dietro le quinte affinché le moto da enduro GASGAS ad alte prestazioni funzionino a dovere, sulle nostre 4 tempi è il sistema Keihin EMS a controllare tutto ciò che ha a che fare con il sistema di iniezione elettronica, senza contare che dispone di un sensore di rapporto che adatta l’erogazione di potenza a ogni marcia.

Utilizziamo un’unità Keihin da 42 mm sulle nostre moto da enduro a 4 tempi. Sulla EC 250F e sulla EC 350F, l’immediata risposta dell’acceleratore è garantita dal suo cavo montato direttamente, senza leveraggio. L’iniettore è posizionato in maniera tale da garantire il più efficiente flusso di carburante nella camera di combustione. La migliore invenzione dopo la ruota! Grazie al sistema del motorino d’avviamento elettrico presente su tutte le nostre moto da enduro a 4 e a 2 tempi, possiamo garantire che tutti i modelli da enduro GASGAS si avviino con estrema facilità, indipendentemente dalle condizioni meteo. Usando una batteria agli ioni di litio che pesa approssimativamente 1 kg in meno rispetto a una tradizionale batteria al piombo, possiamo offrire il vantaggio dell’avviamento elettrico pur mantenendo al minimo il peso complessivo della moto. È un vantaggio per tutti!

Prezzo di base: 10.090,00 EUR*

INTERVIEW | Taddy Blazusiak o meglio Taddy #111

Inizia ad andare in moto all’età di cinque anni per poi diventare uno dei campioni più acclamati della storia dell’enduro estremo. La sua carriera sportiva inizia nel trial dove si laurea campione nazionale in Polonia ed in Germania per diversi anni e nel 2004 conquista il titolo di campione europeo, partecipa anche al campionato del mondo di trial indoor ma senza velleità di vittoria. Il 2007 è il suo anno magico, partecipa all’ErzbergRodeo in Austria in sella ad una KTM presa in prestito e vince con apparente facilità contro piloti del calibro di Tom Sager e Juha Salminen.

 

 

 

Erano gli anni in cui l’Hard Enduro iniziava a diventare una disciplina vera e distaccata dall’enduro tradizionale attirando l’interesse di molti nuovi piloti. Blazu si guadagnò sul campo un contratto con KTM e vinse per cinque anni consecutivi la gara estrema più dura al mondo, l’ErzbergRodeo, all’interno della cava di ferro di Eisenerz. Da quell’anno magico la sua carriera da pilota uf ciale KTM è stata un susseguirsi di successi nelle gare di enduro estremo e di enduro indoor, conquistando titoli in tutto il mondo, dall’AMA Enduro Cross, al Super Enduro passando per gli X-Games.

 

 

Il resto è storia dei giorni nostri. Abbiamo raggiunto Taddy telefonicamente, per parlare un po’ della sua carriera e di questa nuova sfida in sella alla prima moto da enduro della nuova era GasGas/KTM.

Ciao Taddy, innanzitutto grazie per la tua disponibilità e per questa intervista esclusiva. Ora sei una leggenda dell’enduro ma com’è nata la tua passione per la moto?

Grazie a voi! Ho molti amici in Italia e sono felice di poter fare una intervista con Endurista Magazine! Se sono diventato quello che sono oggi è stato tutto merito di mio padre.
Lui è sempre andato in moto per passione e sin da piccolo ha coinvolto in questo sport sia me che mio fratello maggiore. Iniziai con la moto da trial
e visto che me la cavavo bene partecipai a delle gare locali e nazionali in Polonia. Andai avanti così sino a partecipare al Campionato Europeo e al Campionato del Mondo. Il mio debutto nel mondo dell’Enduro fu nel 2007 all’ErzbergRodeo, ormai ben tredici anni fa… leggi tutta l’intervista su Endurista Magazine 66 in edicola o acquista la tua copia CLICCANDO QUI!

TEST ANTEPRIMA: GASGAS EC RANGER 300

Avete mai pensato a quanti significati o interpretazioni diverse può avere la parola Enduro?
Provate a pensarci qualche secondo, a me vengono in mente davvero tante sfaccettature, per lo più legate al modo in cui è possibile vivere l’Enduro.
Partiamo dalla definizione di “enduro” e facendo una rapida ricerca su di un qualsiasi dizionario di lingua italiana la dicitura è la seguente: “gara motociclistica che si svolge su percorsi di notevole distanza piuttosto accidentati”.
La diretta associazione con la gara non mi soddisfa in pieno e personalmente non la trovo molto corretta quindi proseguo nella ricerca affidandomi a Wikipedia dove leggo: “Il termine enduro deriva dall’inglese “endurance”, cioè “resistenza”, infatti tale disciplina si pratica principalmente su strade sterrate e mulattiere con qualsiasi condizione del terreno e meteorologica, richiedendo quindi una notevole resistenza fisica ai piloti. Tale disciplina è nata e si è evoluta in Europa ed è poi dilagata nel resto del mondo riscuotendo molto successo”.

Rispetto al dizionario classico questa definizione di enduro mi piace di più perché rispecchia a grandi linee quello che può essere il mio concetto di enduro, non necessariamente associato ad un contesto di gara.
E allora quando facciamo enduro? Semplice, ogni qualvolta saliamo in sella ad una moto dotata di tasselli ed affrontiamo un percorso dal fondo sterrato. Il livello di difficoltà, la quantità di sassi presenti, la pendenza media, la velocità, le ore passate in sella non contano perché a prescindere da queste variabili avremo fatto sempre e comunque un giro di enduro.

Fatta questa premessa l’attenzione si rivolge proprio verso un concetto di più ampie vedute legato alla moto da enduro, ovvero una fascia di motociclette più facili da condurre, dove le parole comfort e maneggevolezza hanno la meglio sulle prestazioni e, fattore da non sottovalutare, il prezzo di acquisto è più invitante rispetto alle classiche motociclette enduro racing.

 

La nuova GasGas Ranger, novità assoluta della casa di Girona per i modelli enduro 2019, entra proprio in questa fascia di motociclette e noi di Endurista Magazine abbiamo avuto il piacere di testarla in anteprima assoluta per l’Italia…leggi tutto il test su Endurista 56 in edicola

Testo Angelo Gambino angelo@enduristamagazine.com
Foto Lorenzo Refrigeri

TEST ENDURISTA: nuova gamma GasGas 2019

Dopo il profondo rinnovamento della gamma EC avvenuto lo scorso anno, i modelli 2019 hanno subito un’ulteriore evoluzione tecnica frutto dell’importante impegno del marchio spagnolo nel campionato del mondo enduro.

18418_GG_EC_300_act_0075

 

Piloti di grande esperienza come Christophe Nambotin e Johnny Aubert hanno contribuito in maniera importante al miglioramento di una motocicletta dagli standard già molto elevati.

I modelli enduro GasGas EC già altamente competitivi, si rinnovano nella gra ca ma non solo.
Per i modelli 2019 ci sono miglioramenti nel telaio, nell’equipaggiamento di serie con le sospensioni Kayaba, nel propulsore e nell’impianto elettrico.

Una motocicletta da fuoristrada versatile, potente e resistente, nata per soddisfare le esigenze di ogni singolo pilota a prescindere dal livello, la GasGas EC 2019 rinnova la sua immagine con una grafica speciale in cui il rosso rimane il colore dominante ma lasciando spazio a tratti di colore bianco e nero.

Con un peso di poco superiore ai 100 chilogrammi le nuove EC 2019 sono fra le moto più leggere attualmente in commercio nel segmento enduro.

18418_GG_EC_300_act_0190
Novità che non è passata inosservata è l’inedita EC “Ranger”: ben distinguibile dalla livrea bianca questa versione segue le orme della GasGas “Pampera”, una motocicletta facile e leggera, dedicata a chi si rivolge al fuoristrada prediligendo il comfort a discapito dell’anima racing. Il motore della EC Ranger é meno potente e più gestibile anche grazie ad un cilindro ed una testa cilindro dedicati.

 

…qui leggi tutto il test!

PREVIEW ENDURISTA: nuove GasGas my 2019

Preview video Endurista Magazine, le nuove GasGas my2019

TEST ENDURISTA: Gas Gas EC 250 my2018

Da sempre ho considerato i demo ride organizzati dalle case motociclistiche e dai concessionari una occasione importante che viene offerta a tutti noi appassionati motociclisti. Un’occasione per poter toccare con mano, ma soprattutto provare la moto oggetto del nostro desiderio e cercare di capire se fa al caso nostro.

_BGR7838

Il nostro tester Angelo Gambino, “enduroblogger”

Diciamo le cose come stanno, le moderne motociclette da enduro a due o quattro tempi, con o senza carburatore vanno tutte bene, si è arrivati ad un livello di performance e di componentistica molto alto in grado di soddisfare anche i palati più fini a prescindere dal livello di manetta.

Non c’è stata occasione di spremerla un po’ anche in mulattiera, nelle situazioni in cui solitamente la EC 300 la fa da padrona e ma sono sicuro che questa EC 250 potrebbe riservare ulteriori sorprese.

Ho l’opportunità di provare molte moto e sempre più spesso mi capita di ricevere messaggi in cui mi si chiede come va una moto piuttosto che un’altra.

La mia risposta è sempre la solita: “io posso darti una mia opinione personale ma non potrò mai dirti che una moto è migliore di un’altra”, la regola da seguire è solo una: provare in prima persona la moto che ci interessa.
Leggi tutto il test su Endurista Magazine 51 in edicola

SIX DAYS 300 2T a Confronto

In una sorta di tributo alla ISDE 2017, International Six Days Enduro, svoltasi a Brigne in Francia, abbiamo deciso di mettere a confronto due delle novità più interessanti della categoria E3 300 2 tempi 2018: la rivoluzionaria Ktm a iniezione EXC 300 TPI e la nuova GasGas EC 300, entrambe nella versione speciale dedicata alla Six Days.

Per Ktm la novità è decisamente importante, la casa austriaca ha l’onere e l’onore di aver introdotto per prima sul mercato la tecnologia dell’iniezione elettronica applicata al motore due tempi nel mondo dell’enduro, mentre per GasGas la novità è rappresentata dall’aver commercializzato un modello totalmente nuovo. Come già detto, entrambi i modelli sono nella versione Six Days, ovvero una sorta di abito delle occasioni importanti, un valore aggiunto per distinguersi dal gruppo.

E allora esaminiamole attentamente per capire cosa portano in dote queste versioni speciali

Ktm 300 TPI Six Days

DSC_4594

 

La casa austriaca è stata la prima ad aver avuto l’intuizione di realizzare una edizione speciale delle proprie moto, dedicata alla Six Days, equipaggiandole di tutta una serie di “power parts” nell’ottica di mettere i propri clienti nella condizione di avere tutto il necessario per poter affrontare al meglio questa gara.

Ed in effetti la dotazione di serie è davvero ricca per tutti i modelli Ktm Six Days che vengono equipaggiati con sella Six Days, grafiche esclusive, commutatore della selezione della mappatura a manubrio, logo Six Days sul manubrio, silenziatore color antracite anodizzato, piastre anteriori anodizzate color arancio e lavorate al CNC, protezione termica dell’espansione per tutti i modelli a 2 tempi per la massima sicurezza della camera di risonanza, freno a disco anteriore flottante, disco del freno posteriore pieno, corona posteriore a 2 componenti modello Supersprox con anello interno in alluminio e anello esterno in acciaio, leva del perno della ruota anteriore per agevolare lo smontaggio della ruota, telaio colore arancio, paramotore e guida catena sempre arancio, il tutto ad un costo di circa € 750,00 in più rispetto al modello standard.

GASGAS EC 300 SIX DAYS

DSC_4749

 

Presentata a giugno come moto per il rilancio dello storico marchio spagnolo nel settore dell’enduro, la nuova EC300 ha fatto subito parlare di sé distinguendosi per le sue doti di maneggevolezza e facilità di utilizzo. Una moto sì nuova, ma non totalmente, difatti il filo conduttore con il modello precedente è il motore, rivisto nelle sue parti più importanti al fine di migliorarne affidabilità e prestazioni.

In prossimità dell’importante manifestazione francese GasGas ha presentato al pubblico il modello Six Days che differisce dalla versione standard esclusivamente per la livrea grafica, plastiche bianche con inserti blu e rossi che ben la contraddistinguono esteticamente…leggi tutta la comparativa su Endurista 49 in edicola.

 

ANTEPRIMA: GasGas EC 300 my2018

E’ una presentazione in grande stile quella organizzata dal gruppo GasGas Torrot per il lancio del nuovo modello da enduro EC 2018, direttamente a Salt, Girona, nel cuore dell’azienda spagnola.

GasGas EC 300

GasGas EC 300

Sotto un certo aspetto non è la solita presentazione stampa per il lancio di un nuovo modello: la EC 300 2018 è certamente una moto completamente nuova e si assume l’onere e la responsabilità di rilanciare sul mercato un marchio importante come GasGas, un’azienda che negli anni scorsi ha attraversato un periodo difficile e che ora deve riconquistare con i fatti la fetta di mercato persa.

E allora scopriamola e proviamola a fondo questa nuova GasGas EC da enduro. Inizialmente la commercializzazione riguarderà solo il modello 300 cc 2 tempi ma nel giro di qualche mese verrà affiancata dalle motorizzazioni 250 e 200 cc. …

(leggi tutto l’articolo su Endurista 47 in edicola)

Interview a Miki Arpa, l’uomo della rinascita GasGas

Testo: Angelo Gambino – Foto: Nicki Martínez – enduropress.com

Noi di endurista però possiamo assicurarvi che l’Araba Fenice esiste realmente, perché proprio nei giorni in cui siamo in distribuzione in tutte le edicole d’italia, a Girona viene presentata alla stampa mondiale la nuova moto da enduro di GasGas, nalmente il progetto Phoenix, presentato in anteprima ad Eicma, diventa realtà.

170421_GP_Spain_0017

Araba fenice, spesso chiamata anche Uccello di Fuoco, è un uccello mitologico noto per la capacità di rinascere dalle proprie ceneri dopo la morte. Gli antichi egizi furono i primi a parlare del Bennu, che poi nelle leggende greche divenne qualcosa di diverso, cioè la fenice.

La commercializzazione di questa nuova moto è di primaria importanza per il rilancio nell’enduro del marchio spagnolo, un tassello fondamentale per tornare in grande stile al anco di tutti gli altri competitors.

Prima di raccontarvi le nostre impressioni sul modello EC 300 2018 abbiamo intervistato Miki Arpa, l’uomo a cui è stata data carta bianca per la creazione e lo sviluppo di questa nuova moto…(l’articolo segue sulla rivista in edicola)

© Copyright - Sette srl - Via G. Bruno, 51 - 47921 Rimini | P.I.: 02188270512 - Num. Iscriz. 1678-Arezzo - Cap. Soc. € 35.000 i.v. - Tribunale di Rimini n.8 del 24/12/2016