Articoli

TEST ENDURO | “VeRace” la Beta RR300 Racing 2021

Testo: Thomas Marini | Foto: Rodolfo Maraldi

Per chi ama la suspense ed i colpi di scena, l’ultima tappa in Portogallo del Campionato Mondiale FIM Borilli EnduroGP 2020 è stato un vero toccasana. Un finale al cardiopalma quello tenutosi nel paesino di Marco de Canaveses lo scorso novembre, con i piloti Beta Motor impegnati in una s da senza esclusione di colpi. Assoluti protagonisti, i due inglesi hanno tenuto gli appassionati col ato sospeso no all’ultima Speciale. Parliamo degli assi Steve Holcombe in categoria E2 su Beta RR 350 ed il campione del mondo EnduroGP 2019 Brad Freeman in categoria E3 su Beta RR 300 2T che già il sabato si sono aggiudicati la giornata di gara ed i titoli delle rispettive categorie.

 

Freeman svetta nella calsse E3 Holcombe in E2 e Enduro GP, la casa italiana conferma la sua supremazia nel mondo enduro

Nella giornata del sabato i due piloti hanno lottato tra loro no all’ultima curva contendendosi il podio più ambito, quello della classe regina del mondiale EnduroGP 2020. Steve era in vantaggio di soli quattro punti sul suo diretto avversario ma a colpi di giri veloci e con tempi stratosferici, Brad ha ridotto notevolmente il distacco superando il connazionale all’ultima Speciale. Nella giornata di domenica la lotta è continuata sotto una pioggia incessante che ha reso il tracciato ancora più impegnativo.

 

 

Tutto sembrava andare per il verso giusto per Brad, grazie anche a Josep Garcia su KTM che si è intromesso nella lotta tra i due britannici. Holcombe invece ha commesso molti errori, sembrava che la vittoria del mondiale gli scivolasse pian piano dalle dita, il tutto a vantaggio del compagno di scuderia. Freeman partito a fuoco è rimasto al comando per buona parte della giornata ma come si dice, nell’enduro la gara è finita quando moto e pilota tagliano il traguardo.

 

E così è stato, quando i giochi sembravano fatti, all’ultima Prova Speciale della stagione la Beta due tempi di Brad si è fermata per aver esaurito il carburante. Freeman perde così 1 minuto e 20 secondi nell’ultimo Enduro Test della stagione dal vincitore Danny McCanney (GB – Honda) avvantaggiando lo spagnolo Garcia (che ha ottenuto così la sua seconda vittoria dell’anno) ma ancora di più Holcombe che, nonostante avesse perso ogni speranza di vincere il titolo mondiale, improvvisamente si è trovato incoronato Campione del mondo EnduroGP 2020… leggi tutto l’articolo su Endurista Magazine 68 in edicola o acquista la tuo copia CLICCANDO QUI!

RACE | Assoluti d’Italia di Enduro a Darfo Boario

Questo weekend si è svolto a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia il doppio appuntamento degli Assoluti d’Italia di Enduro dove gli alfieri del Team Beta Factory Enduro hanno monopolizzato la gara del massimo campionato italiano. Il Motoclub Sebino ha disegnato una gara eccellente, ma a causa del maltempo la prova speciale Estrema è stata cancellata in entrambe le giornate di gara, ed anche nel Cross Test 1 e 2 sono state tagliate diverse parti delle due prove speciali.

 

Brad Freeman è stato il mattatore del weekend di Darfo Boario Terme. Il pilota inglese si è aggiudicato in entrambe le giornate di gara il primo posto nella classe Stranieri e nell’Assoluta registrando, nel Day One, il miglior tempo assoluto in cinque delle undici prove speciali commettendo un solo errore nel primo Cross Test. Nella giornata seguente il pilota ufficiale Beta ha siglato la doppietta, risalendo di alcune posizioni nella classifica provvisoria dell’Assoluta.

Steve Holcombe ha corso una gara senza prendere troppi rischi, ma ha incrementato il feeling con la nuova Beta RR 350 4T. Il pilota ufficiale Beta ha colto un secondo posto nel Day One nella classe Assoluta e Stranieri mentre nella giornata di domenica si è accontentato del terzo posto assoluto e secondo nella classe Stranieri. Nella classifica provvisoria Steve Holcombe è ancora il leader dell’Assoluta e a Arma di Taggia, a fine ottobre, si disputerà l’atto finale.

Il prossimo appuntamento previsto è fissato per sabato 31 ottobre e domenica primo novembre con l’ultimo doppio round degli Assoluti d’Italia di Enduro.

BRAD FREEMAN

“Un weekend perfetto sia per il risultato ottenuto sia per il feeling con la moto. Ora dobbiamo concentrarci per il rush finale ad Arma di Taggia a fine ottobre in cui si scriverà la parola fine degli Assoluti mentre il doppio GP portoghese chiuderà il capitolo mondiale”.


STEVE HOLCOMBE

“A Darfo Boario Terme ho corso una buona gara. Sabato abbiamo corso sotto un costante diluvio e la mia RR 350 4T è stata assolutamente perfetta. Domenica invece il terreno era molto scivoloso e non ho voluto rischiare. Arriviamo a Arma di Taggia da leader dell’Assoluta”.

 

SABATO:
1. FREEMAN (BETA 300 2T) in 35’50.37;
2. HOLCOMBE (BETA 350 4T) a 41.11;
3. WOOTTON (HUSQVARNA 450 4T) a 46.26;
4. OLDRATI (HONDA 250 4T) a 58.74;
5. CAVALLO (SHERCO 300 4T) a 1’18.46;
6. VERONA (TM 250 4T) a 1’21.83;
7. MCCANNEY (HONDA 450 4T) a 1’23.50;
8. SALVINI (HONDA 450 4T) a 1’31.88;
9. LETTENBICHLER (KTM 350 4T) a 1’46.82;
10. MACORITTO (BETA 250 2T)

 

DOMENICA:
1. FREEMAN (BETA 300 2T) in 36’51.61;
2. VERONA (TM 250 4T) a 24.07;
3. HOLCOMBE (BETA 350 4T) a 32.27;
4. WOOTTON (HUSQVARNA 450 4T) a 33.81;
5. OLDRATI (HONDA 250 4T) a 44.18;
6. MCCANNEY (HONDA 450 4T) a 1’03.26;
7. CAVALLO (SHERCO 300 4T) a 1’07.40;
8. SALVINI (HONDA 450 4T) a 1’30.16;
9. LETTENBICHLER (KTM 350 4T) a 1’30.39;
10. MACORITTO (BETA 250 2T) a 1’41.95;

Holcombe e Freeman vincono il GP Italia, dominio BETA

Lo scorso fine settimana, sabato 26 e domenica 27 settembre 2020, si è corso il secondo atto del Campionato Mondiale FIM Enduro GP e il Motoclub Spoleto ha ospitato il GP d’Italia.

I due alfieri BETA nonchè campioni in carica, Brad Freeman e Steve Holcombe anche in Italia, come al GP di Francia, hanno dato spettacolo e hanno meravigliato con il loro talento il numeroso pubblico accorso a Spoleto.

Nella giornata di sabato Brad Freeman è partito subito forte monopolizzando le prime prove speciali e registrando il miglior tempo nelle prime cinque. Nella seconda fase della gara il pilota inglese in sella alla Beta RR 300 2T ha amministrato saggiamente il vantaggio aggiudicandosi la prima giornata di gara della EnduroGP e ovviamente della classe E3.
Al contrario, Steve Holcombe è partito un po’ in sordina e con il passare delle speciali il pilota in sella alla Beta RR 350 4T ha cominciato a risalire. Speciale dopo speciale il pilota britannico ha scalato la classifica andando a terminare il Day One subito alle spalle del suo compagno di squadra Brad Freeman.
Nella classe E2 invece Steve Holcombe è riuscito a vincere la terza gara consecutiva, distanziando il suo rivale di oltre 26 secondi.

Nella seconda giornata di gara i due piloti del Team Beta Factory hanno meravigliato il pubblico presente dando vita ad una battaglia entusiasmante. Steve Holcombe è partito subito forte registrando il miglior tempo nell’Enduro Test. Brad Freeman invece ha risposto subito nell’Estrema e nel Cross Test con due ottimi tempi. I due piloti inglesi hanno messo in gioco tutte le loro qualità e doti tecniche nelle tre prove speciali rese impraticabili delle piogge che si sono abbattute per tutto l’arco della seconda giornata di gara.
Al termine della giornata di gara, Steve Holcombe e Brad Freeman hanno registrato il miglior tempo in tutte e nove le prove speciali, Steve Holcombe ha vinto la EnduroGP e la quarta giornata consecutiva nella E2 mentre Brad Freeman ha ottenuto il secondo posto nella EnduroGP e un primo posto di classe.

Il prossimo appuntamento è per sabato 3 e domenica 4 ottobre a Darfo Boario Terme dove si svolgerà la doppia prova degli Assoluti d’Italia di Enduro.

BRAD FREEMAN
“Sabato è stata una giornata perfetta, ho spinto forte fin dalle prime prove speciali e dopo aver distanziato i miei avversari ho amministrato e vinto entrambe le classi. Oggi invece non sono riuscito ad essere incisivo come ieri, voglio fare i complimenti a Steve Holcombe perché oggi lui è stato più forte di me”.

STEVE HOLCOMBE
“Sabato non è andata come speravo, non sono partito forte e dopo molte incertezze ho cambiato l’approccio nell’affrontare le prove speciali e sono riuscito a risalire in classifica. Domenica invece è andata decisamente meglio, è stata una bella battaglia con il mio compagno di squadra. Al termine della giornata sono riuscito a vincere e sono molto felice di questo risultato”.

© Copyright - Sette srl - Via G. Bruno, 51 - 47921 Rimini | P.I.: 02188270512 - Num. Iscriz. 1678-Arezzo - Cap. Soc. € 35.000 i.v. - Tribunale di Rimini n.8 del 24/12/2016