IMG_0065

TEST ENDURISTA: Honda X-ADV 2018, benvenuti nel futuro

Non è uno scooter, o meglio, ne ha le sembianze, ma definirlo scooter non sarebbe corretto, così come non sarebbe corretto definirla una moto da IMG_0094enduro. L’Honda X-ADV racchiude qualità diametralmente opposte in un’unica soluzione con una personalità così spiccata e unica nel suo genere che non sarebbe corretto nemmeno definirla un ibrido. X-ADV è una nuova frontiera per il motociclismo, una moto “tuttofare” che di certo (anche per gli scettici che però non credo abbiano avuto l’opportunità di provarla) se non apprezzata, non corre il rischio di passare inosservata.

In redazione eravamo molto curiosi di poterla provare, quello che più ci interessava in realtà era carpire il suo funzionamento in situazioni off-road così, nei dieci giorni in cui Honda Italia ce l’ha messa a disposizione ne abbiamo fatte di tutti i colori, utilizzandola nelle più disparate situazioni.
Gomme dal taglio on-off e cerchi a raggi tangenziali in acciaio: 17 pollici all’anteriore con un doppio disco flottante da 296 mm morso da pinze radiali Nissin e 15 pollici al posteriore. Sospensioni a lunga escursione con all’anteriore una forcella a steli rovesciati (come sulle moto da enduro) da 41 mm regolabile nel precarico molla e rebound.

 

Al posteriore un ammortizzatore regolabile nel precarico che lavora su sistema link abbinato ad un forcellone in alluminio cavo al suo interno, con nervature volte a garantirne la rigidità e resistenza. Chiamalo scooter! Manubrio biconico a presa larga con riser in alluminio lo stesso dell’Africa Twin e paramani integrali come sulle enduro vere.
Leggi tutto il test su Endurista Magazine 53 in edicola.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>