TEST ENDURISTA Gamma 2019 KTM

 

Oltre agli ottimi risultati sportivi, KTM può vantare come costruttore altri importanti successi. Nel 2016 la casa di Matthigofen ha completamente rivoluzionato i propri modelli enduro, riprogettando da cima a fondo i modelli EXC creando delle motociclette dalle elevate prestazioni e da innovative soluzioni per il settore.

02_Action_KTM-450-EXC-F-MY2019

Solo per ricordarne alcune, propulsori e te- lai più leggeri, manopole serrate con vite, pedane anti sporco, carter anti-graffio Kisca design, sistema TC Traction Control e molto altro ancora.  Nel 2017 KTM brucia la concorrenza e diventa la prima casa motociclistica al mondo a commercializzare ed introdurre il sistema ad iniezione elettronica denominato TPI, (Transfer Port Injection) su motorizzazioni enduro 250 e 300 cc, 2T.

Una rivoluzione epocale per tutto il mondo dell’offroad e sinonimo di quanto l’azienda austriaca stia investendo ancora oggi in questo segmento. Dopo due anni così, KTM per il 2019 si è limitata a perfezionare il “prodotto” con aggiornamenti generali su tutta la gamma.

Il reparto Ricerca e Sviluppo di Mattighofen è molto attento ai feedback dei suoi clienti e la forcella WP Xplor 48 dei modelli 2018 era risultata un po’ troppo morbida anche per l’uso amatoriale.

Il principale aggiornamento infatti riguarda proprio il reparto sospensioni dove all’anteriore (sempre WP Xplor 48) la forcella ha un nuovo setting più sostenuto, per migliorare la risposta in compressione soprattutto verso il ne corsa.
Di conseguenza, per ottenere un buon funzionamento dell’anteriore si è intervenuto anche sul posteriore.

 

Bellissima la versione Six Days TPI 2019 dedicata alla prossima edizione della ISDE a Viña del Mar in Cile

KTM-300-EXC-TPI-SIX-DAYS-MY2019_90-degree-right

Leggi tutto l’articolo qui…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *